Ultima modifica: 13 dicembre 2017

Primaria “Chiara e Francesco D’Assisi” via Casartelli

Scuola primaria “CHIARA E FRANCESCO D’ASSISI” di via Casartelli

La scuola primaria di via Casartelli nasce nel 1973 come scuola pilota per verificare un’esperienza che prevede un modello di scuola con il doppio organico.
Situata provvisoriamente nella struttura dei Concettini, è assegnata alla Direzione Didattica di Cantù 1.
Nel 1977 viene istituzionalizzata dal Ministero della Pubblica Istruzione come scuola a TEMPO PIENO con l’assegnazione del doppio organico (due docenti per classe che si occupano ciascuno del proprio ambito disciplinare che investe una parte delle discipline), il servizio mensa e i rientri pomeridiani per un totale di 40 ore settimanali (30 ore di lezione e 10 ore di tempo mensa) ed assegnata alla nuova Direzione Didattica di Cantù 3.
Nel 1995 viene intitolata “Chiara e Francesco d’Assisi” per i valori di umanità, solidarietà e fratellanza attribuiti ai due personaggi; valori che ispirano e sottendono il percorso educativo che guida i bambini ad una completa formazione umana oltre che scolastica.
Inizialmente la scuola era formata da una sola sezione per classe, ma, a seguito delle numerose richieste d’iscrizione, è stata istituita un’altra sezione.
Per rispondere alle diverse esigenze degli utenti, nello stesso plesso vengono istituiti due corsi: uno a modulo e uno tempo pieno.
In seguito i due corsi vengono unificati a Tempo Pieno.
Nel 2003, a seguito di un piano di razionalizzazione delle scuole del Comune, la scuola di via Casartelli entra a far parte della Direzione Didattica di Cantù.
Infine dal 1 settembre 2010 viene accorpata all’Istituto comprensivo Cantù 1.

 

Progetti LLP (Lifelong Learning Programme) Comenius

Il Plesso di via Casartelli ha sviluppato in questi anni diversi Europei Progetti Comenius, che prevedono progetti scolastici e l’ospitalità di Assistenti Linguistici Comenius.
I Progetti Comenius vengono realizzati utilizzando specifici fondi assegnati dalla comunità europea.
Le domande per la partecipazione ai Progetti vengono analizzate, quindi, se valutate positivamente, approvate da apposite commissioni di riferimento nazionali e prevedono la partecipazione di almeno tre scuole di altrettante Nazioni Europee.
I Progetti sono finalizzati allo scambio e al contatto tra scuole europee ed alla promozione della dimensione europea. Attraverso questo tipo di esperienze è inoltre incrementata la percezione dell’importanza della conoscenza di una lingua straniera da utilizzare in contesti che si rivelano effettivamente comunicativi.

  • La scuola primaria “Chiara e Francesco d’Assisi” ha realizzato, come coordinatrice, un primo Progetto scolastico triennale riferito agli usi e costumi tradizionali, condotto con le scuole scozzesi di Beattock e Johnstonebridge e la scuola tedesca di Berlino. Sono stati prodotti un calendario perenne, una raccolta di nursery rhymes e due libri di Euro-stories (storie create a più mani dai bambini delle Nazioni coinvolte, utilizzando come lingua veicolare l’inglese).
  • La scuola primaria di via Casartelli ha poi coordinato un Progetto triennale di sviluppo della scuola: “I.C.T. and school links” che si è classificato in Italia al secondo posto nella graduatoria per il conferimento dell’E-Quality 2004, cioè una particolare iniziativa finalizzata al riconoscimento europeo di qualità delle azioni proposte con Comenius 1 e Grundtvig in tutti gli ordini di scuole.
  • La scuola primaria “Chiara e Francesco d’Assisi” ha partecipato, in qualità di partner, ad un ulteriore progetto scolastico triennale intitolato “To see ourselves as others see us” (Robert Burns), attuato con la scuola coordinatrice scozzese Heckelgirth di Annan, una scuola francese di Verneuil sur Avre e una scuola rumena di Porumbesti realizzando un Cdrom multimediale, un secondo CD con raccolte di filmati e un DVD con filmato in cui si presenta la Y.E.S. (Your European School), cioè quella che per i bambini potrebbe essere una scuola europea ideale.
  • La Scuola Primaria “Chiara e Francesco d’Assisi ha partecipato anche per il biennio 2012-14 ad un altro progetto LLP Comenius “Salt of the Earth” con le nazioni europee: Austria, Estonia, Germania, Grecia, Polonia, Romania, Scozia, Spagna, Turchia.  Centro di interesse il “SALE” che é stato analizzato sotto molteplici punti di vista: la sua conoscenza, da dove viene ricavato, le rotte antiche del commercio del sale, la sua applicazione in attività manuali. Si è realizzato un sito web comune in cui sono stati pubblicati tutti i prodotti e il link verso un e-book scritto a più mani da tutte le nazioni partecipanti al progetto dal titolo “The Quest of the Salt Crystal”. Il progetto europeo è stato condotto in interazione con il progetto di plesso della primaria “Chiara e Francesco d’Assisi”, consentendo lo sviluppo dello stesso come lavoro interdisciplinare e con attività distribuite in verticale tra le classi. L’argomento del progetto è stato spunto per la realizzazione di spettacoli teatrali.
  • La Scuola Primaria “Chiara e Francesco d’Assisi ha partecipato  per il biennio 2014-16 ad un  progetto Erasmus +con le nazioni europee: Austria, Estonia, Germania, Grecia, Polonia, Romania, Scozia, Spagna, Turchia dal titolo “Back to our future”. Il progetto è basato sulla riflessione comune dell’importanza del recupero dei materiali, del riciclo, dell’attenzione all’ambiente. Filmati e presentazioni sono stati pubblicati in un sito web comune (www.Back-to-our-future.org) come dimostrazione della realizzazione di attività manuali e pratiche, miranti al riciclo e al riutilizzo di materiali di recupero. Il progetto europeo è stato condotto in interazione con il progetto di plesso della primaria “Chiara e Francesco d’Assisi”, consentendo lo sviluppo dello stesso come lavoro interdisciplinare e con attività distribuite in verticale tra le classi. L’argomento del progetto è stato spunto per la realizzazione di spettacoli teatrali.
  • La Scuola Primaria “Chiara e Francesco d’Assisi  partecipa  per il biennio 2016-18 ad un  progetto Erasmus +con le nazioni europee: Austria, Estonia, Germania, Grecia, Polonia, Romania, Scozia, Spagna, Turchia dal titolo “From papyrus to stonepaper and beyond. The questions behind” che ha come centro d’interesse la carta.  Nel mese di novembre 2016  la scuola ha ospitato, per una settimana, una delegazione di alunni e insegnanti di alcuni stati partecipanti al Progetto.  Alunni stranieri e non, hanno avuto l’opportunità di partecipare al laboratorio artistico guidato dal Prof. Gaeti. Dall’assemblaggio di scatole di cartone e oggetti in legno, colorati in bianco e nero, è nata l’opera d’arte che è stata presentata presso Villa Calvi, Palazzo Comunale, al termine della settimana di workshop. Sono stati inoltre realizzati biglietti natalizi messi in vendita in occasione del Mercatino solidale di Natale organizzato dai genitori presso la via Matteotti. Il progetto europeo è stato condotto in interazione con il progetto di plesso della primaria “Chiara e Francesco d’Assisi”, consentendo lo sviluppo dello stesso come lavoro interdisciplinare e con attività distribuite in verticale tra le classi. L’argomento del progetto è stato spunto per la realizzazione di spettacoli teatrali.